Pubblicata il 2017-11-08

Primo incontro di informazione per il Bilancio Partecipativo nel Carcere di Bollate

 
Dopo i pareri positivi della Direzione della Casa di Reclusione e del PRAP, oggi si è riunita la Commissione Cultura, assieme a BiPart, per iniziare un percorso informativo che porterà a discutere delle fasi che comporranno il bilancio partecipativo e di

L’incontro si è svolto con il consueto entusiasmo da parte dei detenuti, mentre venivano illustrate le opportunità e le criticità che dovranno essere analizzate. Tra le cose maggiormente discusse, l’organizzazione delle fasi del bilancio partecipativo e la sua pubblicità e animazione all’interno del penitenziario, seppur già iniziata informalmente per i piani dei vari reparti della casa di reclusione tramite il passaparola degli stessi componenti della commissione cultura. Una prima bozza di regolamento presentata include il formato standard già utilizzato da Bipart in altri processi partecipativi come quello realizzato all’IIS Cremona che prevede: una fase iniziale di co-progettazione del processo e informazione, la fase di proposta e supporto, la fase di valutazione e co-progettazione e la fase di voto. Ulteriore particolarità d questo bilancio partecipativo è il riferimento al budget che i detenuti avranno per realizzare le proprie proposte. Infatti, per questo bilancio partecipativo, il budget sarà ricavato da una campagna di crowdfunding. Un punto di discussione della riunione è stato appunto sulla decisione su come gestire la fase di crowdfunding, ovvero se realizzarla prima del processo partecipativo e garantire i fondi per le opere prima del processo o iniziarla dopo il processo, delegando al crowdfunding il finanziamento dei progetti votati dai detenuti.